Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Intestazione navigazione sito

Corrado Cagli in mostra in Slovacchia
Portale Della Lingua Italiana

Corrado Cagli in mostra in Slovacchia

Categorie: Cultura e creatività -Arti Visive
"Corrado Cagli. Paura del Totem" il titolo della mostra alla Považská galéria umenia di Žilina.
Dolce Vitaj Corrado Cagli
Dolce Vitaj Corrado Cagli

Per la prima volta le opere di Corrado Cagli sono esposte a Žilina, in una mostra alla Galleria di Arte della Città organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava e dal Centro d’Arte Spaziotempo di Firenze, con la collaborazione dell’Ambasciata d’Italia in Slovacchia, della Frittelli Arte e dell’Archivio Cagli di Roma.

Membro della Scuola Romana, vincitore del premio Guggenheim nel 1946 e del premio Marzotto nel 1954, Corrado Cagli (Ancona 1910 – Roma 1976), ha esposto in Italia e all’estero, ha partecipato a quattro Biennali di Venezia, ha lavorato per il cinema e il teatro. Fuggito a Parigi e poi a New York dopo l’inasprirsi in Italia delle leggi razziali, Cagli divenne cittadino statunitense e come tale si arruolò nell’esercito e partecipò alla guerra, facendo la terribile esperienza della deportazione nel campo di concentramento di Buchenwald. Durante la sua carriera si è inoltre interessato alla filosofia e alla psicoanalisi, ed in particolare agli studi di Gustav Jung, aspetto della sua ricerca presente nelle opere in mostra a Žilina. Dopo la fine della guerra tornò a Roma, dove sperimentò i suoi lavori informali.

Le opere di Cagli si trovano nelle più prestigiose collezioni pubbliche in Italia e nel mondo. Anche la Collezione Farnesina – la collezione di arte contemporanea del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – custodisce sei opere dell’artista.

La mostra, inaugurata il 20 maggio e visitabile fino al 27 giugno, è una delle iniziative di maggior rilievo della 14esima edizione del festival italiano in Slovacchia “Dolce Vitaj”.

Maggiori informazioni sulla mostra sono consultabili sul sito dell’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava.

Ti potrebbe interessare anche...

Naviga tra gli articoli