Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Intestazione navigazione sito

Settimana della Lingua Italiana a Strasburgo
Portale Della Lingua Italiana

Settimana della Lingua Italiana a Strasburgo

Categorie: Cultura e creatività -Lingua e formazione -Musica e spettacolo -Editoria e Letteratura
Musica e parole per celebrare Dante e la "lingua del sì".
XXI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo
XXI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo

L’Istituto Italiano di Cultura di Strasburgo celebra Dante nell’anno del 700° anniversario dalla morte: ricco è il panorama di eventi e iniziative dedicate al Sommo Poema, e organizzate in occasione della XXI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.

Lunedì 18 ottobre, ad apertura della Rassegna, gli spazi dell’Istituto ospiteranno “A riveder le stelle. Dante inside Bach“, spettacolo per voce recitante e pianoforte, che vede protagonisti Carlo Varotti, attore e accademico, e Paolo Dirani, pianista. “A riveder le stelle” vive nella fusione tra parole e musica, e del dialogo tra le opere di due Immortali dell’Arte di sempre: Dante Alighieri e Johann Sebastian Bach. Le liriche (sottotitolate su grande schermo in francese, inglese e spagnolo) sono tratte da alcuni dei passi più celebri della seconda e terza cantica della Commedia dantesca. I brani bachiani, per lo più Sarabande, sono movimenti dolci, lenti, tratti dal Clavicembalo ben temperato e da Partite, Suites (inglesi e francesi) e Toccate. Lo spettacolo è promosso in collaborazione con il Goethe-Institut di Nancy/Strasburgo e l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna.

Martedì 19 ottobre, è in programma la presentazione di “Dante. Les vies nouvelles” (Fayard), con la partecipazione degli autori, Elisa Brilli (Università di Torino) e Giuliano Milano (Università G. Eiffel, Paris-Est).

Mercoledì 20 ottobre, serata speciale presso la Bibliothèque Nationale Universitaire di Strasburgo: “Traduire la Comédie de Dante” vedrà la partecipazione di Jean-Philippe Vegliante, traduttore francese di Dante, di Enrica Zanin e Bernard Werly, studiosi di Dante e accademici dell’Università di Strasburgo. In conclusione, letture e momenti musicali: l’attore Cristiano Nocera, della Compagnia teatrale “Lavoro Nero Teatro” proporrà una Lectura Dantis del Canto XXVI dell’Inferno, accompagnato dall’esecuzione di alcuni brani musicali con la flautista Johanne Maitre e il percussionista Thomas Vandevenne. L’iniziativa è organizzata dall’Istituto in collaborazione con l’Università di Strasburgo, la Bibliothèque Nationale e la Compagnia “Lavoro Nero Teatro”.

Maggiori informazioni su iicstrasburgo.esteri.it

 

 

Ti potrebbe interessare anche...

Naviga tra gli articoli