Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Intestazione navigazione sito

L’Italiano nelle università straniere

L’Italiano nelle università straniere
Portale Della Lingua Italiana

Contributi alla promozione della lingua e della cultura italiana nelle istituzioni universitarie straniere

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale promuove il processo di internazionalizzazione del sistema della formazione superiore italiana e sostiene le iniziative di cooperazione internazionale tra gli atenei italiani e gli atenei stranieri.

La piattaforma CINECA, che registra le intese internazionali degli atenei italiani, conta più di 11.000 collaborazioni, a riprova del dinamismo delle nostre Università.

Per promuovere il sistema della formazione superiore italiana, la Farnesina facilita gli accordi inter-accademici, eroga annualmente borse di studio per studenti stranieri e, attraverso la rete diplomatico-consolare, agevola la mobilità studentesca erogando a chi ne abbia i requisiti visti per studio, legalizzazione dei titoli di studio e dichiarazioni di valore.

La promozione all’estero del nostro sistema di formazione superiore è da considerarsi un vero e proprio volano per lo sviluppo economico del Paese, in virtù delle ricadute dirette e indirette che un maggiore grado di internazionalizzazione delle nostre istituzioni di formazione superiore assicura sul brand Made in Italy nel suo complesso.

 

Cattedre

L’Ufficio VII della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese eroga contributi per la creazione e il funzionamento di cattedre di italiano presso Università straniere destinati alla copertura totale o parziale della retribuzione di insegnanti assunti direttamente dalle Università con contratto a legge locale. Vengono in particolare sostenuti progetti innovativi volti all’utilizzo delle nuove tecnologie, corsi inseriti in settori strategici (architettura, design, economia, enogastronomia) e più in generale i corsi di studi volti ad avere un impatto su larga scala in termini di aumento del numero di studenti di italiano.

 

Lettorati

Il Ministero assicura la presenza di lettori di italiano presso le Università straniere attraverso l’invio di docenti di ruolo dall’Italia, di lettere o di lingue. La procedura è gestita dall’Ufficio V della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese.

Gli studenti in tutto il mondo che vengono così raggiunti costituiscono un importante risultato per la diffusione dell’italiano in una fascia strategica di pubblico qualificato.

Ruolo del lettore 
I lettori costituiscono una grande risorsa nel sistema educativo superiore all’estero: si tratta di docenti di ruolo nella scuola secondaria italiana chiamati a ricoprire incarichi di insegnamento dell’italiano nelle università straniere, collaborando anche alle attività di assistenza agli studenti e di ricerca nell’ambito della lingua e cultura italiane.
Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale può inoltre incaricare i lettori di svolgere attività di promozione della lingua e della cultura italiana aggiuntive affidando loro incarichi extra accademici che possono includere l’organizzazione di eventi culturali, la docenza in corsi di lingua e cultura italiane organizzati da istituti italiani di cultura, da rappresentanze diplomatiche o da uffici consolari, lo sviluppo dei rapporti culturali bilaterali, anche con riferimento alle borse di studio e agli scambi giovanili.

Procedure di selezione 
La selezione dei docenti avviene sulla base di un concorso triennale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministero dell’Istruzione che gestiscono congiuntamente le procedure. I requisiti richiesti sono il possesso di un titolo di laurea in lingue o lettere ed essere docenti di ruolo nella scuola secondaria di I o II grado. Per chi possiede la laurea in lingue, inoltre, è necessario aver superato nel corso degli studi universitari almeno due esami di lingua e/o di letteratura italiana. È possibile anche candidarsi come lettori con incarico locale, rivolgendosi direttamente alle università straniere. Il Ministero degli Affari Esteri, in questo caso, eroga direttamente finanziamenti agli Atenei stranieri sostenendo la creazione e il funzionamento di cattedre di lingua italiana. Infine, il Ministero dell’Istruzione, sentito il Ministero degli Affari Esteri, può collaborare con le università straniere nella selezione di personale specializzato cui le stesse intendono affidare l’insegnamento della lingua e della cultura italiana.

I lettorati italiani nel mondo 
I lettorati istituiti nell’anno accademico 2020/2021 sono 130, di cui 45 con incarichi extra accademici, distribuiti in 62 Paesi nel mondo. L’Europa è l’area geografica dove si concentra il maggior numero di lettori (62), seguita dalle Americhe e dall’Asia e Oceania (rispettivamente 21 e 24 posti).

 

Naviga la mappa e scopri le Cattedre e i Lettorati nel mondo sostenuti dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.